Articoli

Fare Marketing Etico salverà la tua anima (e forse il tuo business)

Ciao! Se stai cercando anche tu un’assoluzione dal peccato di aver riempito il sito del tuo cliente di pop-up invasive, banner che prendono mezza pagina e messaggi di minaccia se non completano l’acquisto, posso solo darti il benvenuto. Sei nel posto giusto.

Oggi qui si parla di marketing etico. Ma andiamo per ordine.

Sicuramente avrai sentito parlare del termine “Marketing”, però diamo una ripassata e ripeschiamo la definizione di Philip Kotler data nel 1967:

Il marketing è quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare bisogni ed esigenze attraverso processi di creazione e scambio di prodotti e valori. È l’arte e la scienza di individuare, creare e fornire valore per soddisfare le esigenze di un mercato di riferimento, realizzando un profitto.

Qualcuno del mestiere preferisce chiamarlo la “scienza dei bisogni”, ovvero riuscire a convertire le esigenze dei propri clienti in una vera e propria miniera d’oro per il proprio business.

Parliamoci chiaro, voglio essere schietto e diretto: Chi lavora nel campo del marketing punta a fare soldi (tanti possibilmente).

Però proprio questo desiderio così ardente di raggiungere la vetta, di iniziare a guadagnare, ha portato con il tempo lo snaturare del Marketing stesso.

Da studio, analisi e intuizioni lentamente si ci è spostati ad immaginare il Marketing (specialmente quello digital) come dei semplici “trucchetti” o regole da ripetere a memoria nei vari corsi di formazione o a casa davanti allo specchio come un mantra (metti pop-up, togli pop-up).

metti pop-up, togli pop-up

metti pop-up, togli pop-up

Cerchiamo di andare oltre (o in questo caso di tornare fare un passo indietro) e cercare di immaginare ad un nuovo modo di approcciarsi al Marketing. il Marketing Etico.

 

Il Marketing della persona

Si hai capito bene, perchè l’approccio innovativo che uno cerca di solito si concentra proprio in quella cosa che tutti hanno perso di vista: Le persone, gli utenti.

No, non parlo di usabilità, di strategia di vendita online o di remarketing, parlo di etica, parlo del messaggio e dei valori che il tuo brand trasmette a i tuoi utenti.

Possiamo definire il Marketing Etico grazie a due principi presenti alla sua base:

Persona

Il Marketing Etico mette al centro la persona: una persona che fino ad ora era rimasta fuori dalle porte delle aziende, cioè il manager/umano, il professionista del marketing inteso come persona umana nell’interezza dei suoi desideri e non unicamente mosso dalla volontà di guadagno.

Community

La comunione tra la community interna all’azienda, possibilità di sviluppo di nuovi prodotti innovativi e in linea coi bisogni dei consumatori, e quella esterna dei consumatori stessi guidati da principi completamente nuovi.

Consumatori che però non hanno solo desiderio di consumare come se non ci fosse un domani, anzi che puntano invece alla salvaguardia dell’ambiente, degli interessi di tutti, della comunità, della società, delle generazioni future.

A testimonianza possiamo considerare le tantissime nuove nicchie aperte in questi ultimi anni (bio, natural, charity ecc…).

Ecco che mi azzardo a dare una definizione di come vedo il Marketing Etico:

Il Marketing Etico è un nuovo paradigma di Marketing che sta nascendo grazie alla presa di consapevolezza, che nasce in campo psicologico e sociologico, che l’immagine dell’uomo sta cambiando.

Non più un individuo consumante e producente in maniera isolata, ma un nuovo soggetto che include in sé stesso i propri desideri e il benessere di molti altri soggetti, interiori ed esterni.

Le aziende non possono e non devono ignorare tutto ciò.

Conclusione

I consumatori del presente, i cosiddetti Millenials già hanno iniziato a variare le loro abitudini di acquisto su prodotti che tendono ad avere maggior rispetto per i valori sociali e ambientali (il tema vegan ne è un esempio).

Cosa aspetti a salvarti l’anima e magari pure il tuo business? 😉

Aspetto i tuoi pensieri nei commenti. A presto 😀